Cantina

MARCHIO NUOVO

IL TERRITORIO

La cantina “Terre del Carpine” è situata nell’omonimo Pian del Carpine, che deve la notorietà del suo nome a un frate francescano vissuto nel XII secolo, Giovanni da Pian di Carpine, che precedette Marco Polo sulla via dell’oriente allacciando profondi legami con quei mondi lontani e misteriosi. La valle, delimitata dalle ridenti e storiche località di Magione e Corciano e dalle colline che delimitano il Lago Trasimeno, ben si inserisce nel territorio che circonda il lago. Tutta la zona è caratterizzata da piccole vallate e collinette boscose ricche di macchia mediterranea, interrotte da zone coltivate soprattutto con olivi e viti.

I PRODOTTI

I vini bianchi freschi e profumati si accompagnano alla perfezione con i prodotti ittici lacustri ma anche con il pesce di acqua salata, mentre i rossi invecchiati supportano alla perfezione piatti tipici della tradizione contadina umbra a base di zuppe di legumi, carni arrostite alla brace, affettati e formaggi stagionati.  Anche la scelta dei nomi delle etichette sono legati alle storie e tradizioni lacustri. Il vino Barca deriva il suo nome da Annibale Barca, comandante cartaginese che nel 24 Giugno del 217 a.c. sconfisse i Romani nell’epica battaglia lungo le sponde del Lago. Mentre nell’etichetta del Grièco è rappresentata l’immagine di Fra Giovanni da Pian del Carpine, dipinta da G. Dottori. Albaja, etichetta del nostro Chardonnay, deriva il suo nome da una rete da posta in uso al Trasimeno dalla seconda metà del XII secolo. Il nome Poggio Villano, del merlot della cantina, è invece riferito a un toponimo lacustre in cui sono coltivate le uve più importanti della cantina. La Torre presente nelle etichette della linea omonima è un omaggio alla torre dei Lambardi che domina il Pian del Carpine.

TRADIZIONE INNOVAZIONE TERRITORIO

Queste sono le parole guida ed i principi irrinunciabili alla base del lavoro quotidiano della nostra azienda. Lavoriamo infatti per realizzare vini di eccellente qualità e che riflettano la tipicità del territorio, rafforzando così l’immagine del vino dell’Umbria e valorizzando la nostra filosofia produttiva. Il nostro obiettivo è il lavoro costante e meticoloso a favore della qualità, la ricerca e la sperimentazione di nuove tecniche agronomiche ed enologiche, ma anche la diffusione della cultura e della tradizione del territorio di cui ci facciamo interpreti.

LA STORIA

La ex cooperativa agricola “Terre del Carpine” viene fondata nel 1966, oggi conta circa 200 viticoltori conferenti e una superficie di oltre 220 ettari. Nel 1998 con l’entrata in vigore del nuovo disciplinare D.O.C. Colli del Trasimeno quasi tutti i vigneti sono stati rinnovati secondo i criteri della moderna viticoltura ma nel rispetto delle tradizione della zona, puntando quindi oltre che su vitigni internazionali quali Merlot, Cabernet Sauvignon e Chardonnay anche sul recupero delle varietà tradizionali come Sangiovese, Grechetto, Trebbiano e Ciliegiolo. Le uve trasformate provengono esclusivamente dalla produzione locale di questi terreni e consiste all’incirca di 15.000 q.li annui. A decorrere dal 2014 la cooperativa “Terre del Carpine” è stata incorporata dalla Molini Popolari Riuniti Soc. Coop. Agr..

Promozioni

3^ Edizione Giornate di Primavera

3^ Edizione Giornate di Primavera

aprile 5th, 2017

Avvisiamo tutta la clientela c[...]

2^ Edizione Giornate di Primavera

2^ Edizione Giornate di Primavera

aprile 18th, 2016

Avvisiamo tutta la clientela c[...]

Newsletter

Newsletter "Il Cortile"

marzo 22nd, 2016

In questa edizione della nostr[...]